Sequestrato ponte Morandi a Catanzaro

0
45

Sequestrato ponte Morandi a Catanzaro

Sequestro, con facoltà d’uso, per il viadotto ‘Bisantis’, meglio noto come il ponte Morandi di Catanzaro. Il provvedimento è stato disposto dalla Procura del capoluogo calabrese, nell’ambito di un’operazione che ha portato all’esecuzione di sei misure cautelari, di cui quattro arresti: tre persone sono finite in carcere, una ai domiciliari. Nel mirino i lavori di manutenzione della struttura, per cui sarebbe stato utilizzato materiale scadente. I prodotti usati “fanno cagare”, si sente dire da uno degli indagati nelle intercettazioni agli atti. Dietro ai presunti reati l’ombra della ‘ndrangheta. Le accuse formulate sono, a vario titolo, quelle di intestazione fittizia e associazione per delinquere aggravati, rispettivamente, dalla modalità e finalità mafiosa; corruzione, auto riciclaggio, frode in pubbliche forniture, truffa.

Le intercettazioni

“Secondo lui dice non va bene. Perché noi al Morandi con questo materiale l’abbiamo fatto… e casca tutto”. È un passaggio, in cui parla il capo cantiere, delle intercettazioni agli atti dell’ordinanza dell’operazione Brooklyn. Dalle conversazioni registrate emerge l’impiego nelle lavorazioni un tipo di malta di qualità scadente, ma più economico di quello inizialmente utilizzato.

“(Direttore tecnico): A me serve nu carico 488 urgente, altrimenti devo vedere…devo mettere quella porcheria di******* qui sui muri eh.., che c’hanno stoccato per Catanzaro nu…nu bilico…però vorrei evitare ste simbrascugli…

(Rappresentante ditta fornitore): eh…fai…fai…fai…fai una figura di merda… perché quel prodotto non funziona.

(Direttore tecnico): che prodotti stai usando? Gli ho detto sto usando *******. Ma purtroppo perché è una questione finanziaria. Gli ho spiegato io è come su? Fanno cagare…(sorride).

(Rappresentante ditta fornitore): eh….

(Capo cantiere): oh Gaetà, è passato ******** quest’altro fenomeno cà no.

(Direttore tecnico) : eh…

(Capo cantiere): e stasera misura, vabbé? L’aggiu pigghiate ma ha visto qui. Dove àmo spicconare hai visto?”.