Regionali, Zagarese: “Votiamo un candidato di casa nostra”

0
57

Apertura della campagna elettorale in una sala gremita a Corigliano Rossano

Entusiasmo, emozione, applausi, abbracci, voglia di far sentire la propria voce. I sentimenti espressi nella sala gremita di gente, rispecchiano quelle che sono le intenzioni e le basi su cui si poggia la candidatura di Aldo Zagarese alle elezioni regionali del prossimo 26 gennaio, nella lista del PD con Pippo Callipo presidente. Candidatura condivisa dai circoli del partito di Corigliano Rossano e sostenuta dalla base.

LA NECESSITÀ DI ELEGGERE UN CANDIDATO DEL LUOGO

Una campagna elettorale in cui si parla al plurale, con molti NOI e pochi IO che mette insieme la grinta, l’entusiasmo e anche l’imprudenza dei giovani e la saggezza, l’esperienza di chi milita in politica da tempo. Una campagna dove è forte la necessità di eleggere un candidato di “casa nostra”, del territorio in cui viviamo.

 AGRICOLTURA, SANITÀ, TRIBUNALE

Sanità, agricoltura e tribunale, i primi tre temi toccati da Aldo Zagarese su cui non si sono risparmiate frecciate. “La cosa che più mortifica è vedere che oggi ci sono rappresentanti del nostro territorio schierati con chi ha detto la sua in merito alla chiusura del tribunale. Chi si è schierato con la Santelli ha tradito il nostro territorio“. Zagarese non si tira indietro neanche davanti allo spinoso tema della sanità. “È un argomento che urla vendetta e senza voler aprire inutili polemiche, pretendo, però, spiegazioni sulla realizzazione dell’Ospedale Unico. Tredici anni di fumo, parole e la famosa prima pietra , ma ancora l’ospedale non si vede“.

UN’OPERA DI RINNOVAMENTO CON PASSIONE E MILITANZA ALLA BASE DI TUTTO

Al tavolo dei relatori presenti anche Carmen Fusaro e Danilo Le Fosse, dirigenti di partito e rappresentanti di quell’area giovane che vuole portare il PD locale verso il cambiamento. “Ero sfiduciata – ha detto Carmen Fusaro – ma grazie al lavoro dei dirigenti e dei circoli ho deciso di continuare con il mio impegno in politica. Il PD ha deciso per un’opera di rinnovamento con la passione e la militanza alla base di tutto. La candidatura di Aldo è un inizio perché supera un esasperato correntismo, consapevoli che dobbiamo passare dall’essere un partito dei tanti IO ed essere un partito dei NOI”.

UNA SCOMMESSA CHE POTREBBE ESSERE VINTA

Danilo Le Fosse interviene prendendo spunto da una frase di Sergio Mattarella “Responsabilizzare i giovani”. “Il PD di Corigliano Rossano questa scelta l’ha fatta e ha messo quanto di meglio poteva mettere in campo, cioè Aldo Zagarese. Quella di Aldo è una scommessa che ha tutte le possibilità di essere vinta. In Regione non c’è la percezione dei nostri problemi e questo ci taglia fuori da ogni progettualità. Per questo è necessario che il territorio di Corigliano Rossano e dell’intera Sibaritide sia rappresentato degnamente nel consiglio regionale”.

APPELLO AL SINDACO STASI

In chiusura del suo intervento Zagarese lancia un appello al sindaco di Corigliano Rossano: “Mi appello al sindaco Flavio Stasi, a tutte le forze politiche moderate, a che si promuova un voto utile, finalizzato all’elezione di un candidato di casa nostra”.