Regionali, Aiello: “Santelli e Callipo ignorano che trasporti e infrastrutture sono essenziali per i calabresi”

0
38

Urge un coraggioso piano di investimenti infrastrutturali per favorire lo sviluppo e rilanciare la competitività del sistema produttivo ed economico regionale

«In Calabria va garantito il diritto alla mobilità, ignorato dal centrodestra e dal centrosinistra, che per una vita hanno fatto promesse a vanvera». Lo dice Francesco Aiello, candidato alla presidenza della Regione Calabria della coalizione civica del Movimento 5 Stelle. «Puntare solo e male – prosegue Aiello – sui bus privati è stato un grave errore della vecchia politica, a discapito dei calabresi e dello sviluppo del territorio. Urge un coraggioso piano di investimenti infrastrutturali per favorire lo sviluppo e rilanciare la competitività del sistema produttivo ed economico regionale». «Questo approccio – osserva Aiello – non l’ha voluto il governo regionale uscente, che peraltro ha approvato con netto ritardo il nuovo Piano regionale dei trasporti.

APRIREMO TAVOLI DI CONFRONTO

La nostra amministrazione regionale aprirà un tavolo con Rfi, Anas e Ministero. Discuteremo della nostra specifica proposta per superare il gap infrastrutturale e dei trasporti dell’intero territorio, con grande attenzione per la fascia ionica. Mezza Calabria è in ginocchio per strade e ferrovie. Ciò ha gravi ripercussioni economiche, che Santelli, Callipo e i loro sodali ignorano colpevolmente». «Penso – continua Aiello – al Crotonese e alla Locride, territori costretti a subire i disagi di un trasporto pubblico che funziona a singhiozzo ed è carente rispetto alle necessità locali. Il nostro lavoro, pertanto, sarà rivolto – conclude Aiello – al completamento e potenziamento del sistema dei trasporti, come all’efficientamento e all’elettrificazione della linea ferroviaria».