Medicina all’Unical, Russo (Cisl): “È un passo avanti per i giovani calabresi “

0
246
Il Segretario generale della Cisl Calabria - Tonino Russo
Il Segretario generale della Cisl Calabria - Tonino Russo

Il Segretario generale della Cisl Calabria, Tonino Russo, ha accolto con entusiasmo l’annuncio del Ministero dell’Università e della Ricerca riguardante l’approvazione del nuovo corso di laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università della Calabria (Unical). Questa notizia rappresenta un passo avanti significativo per i giovani calabresi e l’intero sistema universitario della regione, aprendo nuove opportunità di formazione e sviluppo nel settore medico-scientifico.

Il nuovo corso di laurea non solo aumenterà l’offerta formativa a carattere scientifico e sulle tecnologie digitali nella regione, ma fornirà anche 178 nuovi posti per gli studenti, di cui 103 saranno destinati all’Unical e 75 al corso interateneo già attivo in collaborazione con l’Università Magna Graecia di Catanzaro. Questo sviluppo è una risposta alle esigenze dei giovani calabresi che desiderano intraprendere studi di Medicina senza dover lasciare la loro terra natia, affrontando l’emigrazione accademica che spesso ha caratterizzato la regione.

La decisione del Ministero non è solo un successo per l’Università della Calabria, ma anche per l’intera regione. L’ampliamento dell’offerta formativa nella medicina e nella chirurgia ha un impatto positivo sul settore sanitario, poiché l’istituzione del nuovo corso di laurea creerà nuove sinergie tra le istituzioni sanitarie e accademiche, migliorando la qualità e l’efficienza del sistema sanitario regionale.

Tonino Russo sottolinea che questa conquista è il risultato di uno sforzo a lungo termine, basato sulle competenze scientifiche e tecnologiche dell’Unical. Questo percorso è stato accelerato nei mesi precedenti, culminando con l’approvazione unanime del nuovo corso di laurea da parte degli organi interni dell’Università, l’approvazione del Comitato regionale di coordinamento delle università calabresi, e la collaborazione stretta tra la Regione Calabria, l’Unical e l’Azienda Ospedaliera di Cosenza.

Gli ispettori dell’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (Anvur) hanno anche dato il loro pieno supporto al progetto, riconoscendo l’elevato standard di strutture e documentazione dell’ateneo. Questo percorso culmina con l’approvazione ministeriale, che permetterà al corso di laurea in Medicina e Chirurgia di prendere il via nell’anno accademico corrente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!