Iniziano i saldi estivi ed entra in vigore il nuovo Codice del consumo: ecco cosa cambia

0
60
saldi

L’attesa per l’inizio dei saldi estivi è finalmente finita. Le vendite a prezzi scontati hanno preso il via in città e termineranno il 30 agosto e chi aspettava di potersi comprare un capo della stagione in sconto, da oggi potrà andare a caccia delle offerte. Dai costumi da mare ai sandali, dagli orecchini alle borse di paglia e ai teli mare e agli apparati tecnologici per circa due mesi gli amanti dello shopping potranno rinnovare il proprio guardaroba a prezzi scontati.

Dopo il lungo periodo di maltempo che ha rallentato gli acquisti durante la primavera ed inizio estate, e considerando soprattutto l’aumento dei prezzi che da tempo sta incidendo sulle tasche delle famiglie, ci si aspetta una ripresa delle vendite. Da recenti sondaggi circa il 61% dei cittadini è pronto a fare acquisti durante i saldi estivi, mentre il restante 30% si dichiara interessato solo se trova offerte davvero convenienti.

L’analisi del budget evidenzia anche che oltre un terzo di chi vuole comprare in saldo prevede di spendere meno di 100 euro (24,9% meno di 100 euro, 9,2% fino a 50 euro), mentre solo il 14,1% spenderà più di 300 euro (il 10,3% tra i 300 ed i 500, il 3,8% oltre 500 euro). Questo dimostra come i consumatori siano sempre più attenti ai prezzi e alla possibilità di risparmiare.

Il dibattito sui saldi è sempre acceso: c’è chi vorrebbe che fossero presenti tutto l’anno per tenere a bada la concorrenza delle vendite online, e chi si lamenta che inizino troppo presto. Ma una cosa è certa: i saldi estivi sono un’opportunità imperdibile per svuotare i magazzini e per trovare quel capo a un prezzo più accessibile.

Nuove regole per i saldi

E se i prezzi scontati sono già una notizia di per sé, c’è un’altra novità che rende tutto ancora più interessante. Dal primo luglio, infatti, è entrato in vigore il nuovo Codice del consumo, che pone l’accento sulla fiducia e trasparenza nei confronti dei consumatori. I commercianti sono obbligati a esporre in modo chiaro il prezzo originale, quello scontato e la percentuale di sconto di ogni prodotto. E attenzione, chi non rispetterà questa regola sarà soggetto a sanzioni pecuniarie fino a 3.098 euro. Insomma, niente più sconti farlocchi o trabocchetti!

«Con l’arrivo dei saldi, ci troviamo di fronte a un’opportunità di risparmio e di acquisti convenienti. Tuttavia, dobbiamo essere consapevoli di alcune regole e cautele da seguire per evitare sorprese sgradevoli. Come ADOC Cosenza, l’Associazione per la Difesa e l’Orientamento dei Consumatori, tutti i giorni, siamo impegnati nella tutela e nell’orientamento dei consumatori e in un periodo così delicato come quello degli “sconti estivi” ci sentiamo il dovere di offrire preziosi consigli per affrontare al meglio questa esperienza, soprattutto quest’ anno che i saldi estivi 2023 hanno preso il via con una importante novità in favore dei consumatori».

Insomma, i saldi estivi del 2023 rappresentano quindi una speranza per i commercianti che hanno affrontato mesi difficili e un’opportunità ai cittadini di acquistare prodotti a prezzi convenienti. Il che potrebbe stimolare le vendite e contribuire a contenere l’inflazione. Ora spetta alle famiglie cosentine sfruttare al meglio queste occasioni per soddisfare i propri bisogni e desideri, cercando le migliori offerte e risparmiando sulla spesa estiva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!