Il rettore Nicola Leone trasforma l’Università della Calabria: successi straordinari e progetti ambiziosi

0
180
Nicola Leone
Nicola Leone

Il rettore Nicola Leone ha presentato alla comunità accademica il bilancio della prima metà del suo mandato, mostrando i risultati raggiunti e i progetti in corso all’Università della Calabria (Unical).

Durante l’incontro, svoltosi in un’aula gremita e partecipe, sono stati illustrati i successi ottenuti dall’Unical in termini di reputazione, numero di iscritti, qualità della didattica e della ricerca, organizzazione del lavoro e apertura al territorio.

Nicola Leone, rettore Università della Calabria
Nicola Leone, rettore Università della Calabria

Il rettore Nicola Leone ha evidenziato che tali risultati sono stati raggiunti grazie alla coesione della comunità accademica, che ha lavorato insieme condividendo strategie e obiettivi comuni. Questa sinergia ha permesso di raggiungere ambiziosi traguardi, in alcuni casi addirittura prima dei tempi previsti, nonostante le difficoltà causate dalla pandemia.

La relazione del rettore è stata accolta con grande soddisfazione dalla comunità accademica, che ha applaudito lungamente considerando l’incontro un momento importante di valutazione degli obiettivi raggiunti e di prospettive future. L’Unical si è affermata come un punto di riferimento sempre più rilevante nel territorio.

Di seguito vengono riassunti i principali argomenti trattati durante la relazione del rettore.

Didattica e internazionalizzazione: il rettore ha illustrato la revisione dell’offerta formativa dell’Unical, che ha reso i corsi di studio dell’ateneo più attrattivi. Grazie a questa revisione, l’Unical ha registrato un aumento significativo delle iscrizioni, superando la tendenza al calo che caratterizzava gli anni precedenti. Sono stati eliminati o accorpati corsi poco richiesti, favorendo l’apertura di nuovi corsi innovativi e al passo con i tempi. Inoltre, sono state attivate 10 lauree magistrali in lingua inglese per attirare studenti internazionali e aumentare la competitività dei laureati sul mercato globale. L’Unical ha ricevuto un aumento considerevole delle domande di ammissione, segnalando un interesse crescente verso l’università.

Ricerca e reclutamento: sono state messe in atto diverse azioni per supportare la ricerca e il reclutamento di personale qualificato. È stato istituito un fondo per sostenere la ricerca nelle aree disciplinari sociali e umanistiche, dove l’opportunità di finanziamenti statali era limitata. L’Unical ha promosso il reclutamento di eccellenti studiosi attraverso bandi competitivi e ha istituito un ufficio dedicato alla progettazione di ricerca, offrendo supporto e formazione ai ricercatori. Queste azioni hanno attirato progetti di ricerca del valore di oltre 100 milioni di euro e reclutato vincitori di prestigiosi bandi europei. L’Unical ha anche promosso il reclutamento di professori medici per i nuovi corsi di Medicina e chirurgia TD e Infermieristica, contribuendo al miglioramento della sanità nel territorio.

Terza missione: l’Unical si è distinta per le sue attività di terza missione, promuovendo l’innovazione, il trasferimento tecnologico e la valorizzazione del territorio. Il progetto “Unical vs. Covid” ha permesso all’ateneo di contribuire alla lotta contro la pandemia mettendo a disposizione risorse e competenze. Sono stati offerti servizi di formazione per insegnanti, orientamento scolastico e collocazione professionale. L’Università ha organizzato numerosi eventi culturali, musicali e sportivi nel campus. Inoltre, è stato avviato l’Ecosistema dell’innovazione Tech4You, che ha ricevuto finanziamenti per l’innovazione tecnologica e la creazione di start-up e spin-off.

Servizi agli studenti: l’Unical ha garantito il diritto allo studio agli studenti, assicurando borse di studio a coloro che ne avevano i requisiti e potenziando il parco residenziale dell’università. L’ateneo ha aumentato del 30% il numero di alloggi disponibili per gli studenti, offrendo una soluzione al problema del caro affitti. L’Unical si è posizionata al primo posto in Italia per qualità dei servizi agli studenti, secondo il rapporto Censis.

Strutture e sostenibilità: sono stati effettuati interventi per migliorare le strutture e le infrastrutture dell’Unical. È stata potenziata la copertura di rete wireless e la produzione di energia rinnovabile, riducendo i consumi energetici. È stato introdotto un sistema di videosorveglianza per garantire la sicurezza nel campus. Sono state riqualificate aree e infrastrutture sportive, inclusa la realizzazione di una Cittadella dello Sport.

Welfare e parità di genere: sono state attivate iniziative per migliorare il benessere degli studenti, creare un ambiente di lavoro positivo per il personale e promuovere l’inclusività e la parità di genere. Sono stati istituiti servizi di supporto, come lo Sportello antiviolenza e il servizio di counseling psicologico. L’Unical ha promosso la parità di genere e ha nominato molte donne in ruoli di rilievo all’interno della governance dell’ateneo.

Comunicazione: è stata potenziata la comunicazione istituzionale dell’Unical attraverso vari canali, tra cui i social media, l’email e il portale dell’ateneo. Questa azione comunicativa ha portato a un aumento significativo dei follower sui canali ufficiali e del canale YouTube dell’Unical.

Progetto Unical per la sanità: l’Unical ha avviato nuovi corsi di Medicina e chirurgia TD e Infermieristica per migliorare il sistema sanitario locale. Il progetto prevede importanti benefici per gli studenti e un ritorno economico per l’Unical grazie a finanziamenti pubblici e all’aumento delle entrate derivanti dai costi standard per gli studenti. Inoltre, sono state acquisite strumentazioni mediche d’avanguardia attraverso bandi competitivi, contribuendo alla formazione, alla ricerca e all’assistenza sanitaria nel territorio.

Governance: sono state apportate migliorie all’organizzazione del sistema di governo dell’Unical. È stato riformato il meccanismo di elezione del Senato Accademico, garantendo la rappresentanza di ciascun Dipartimento. È stato attribuito un maggior peso al personale tecnico-amministrativo nel Consiglio di Amministrazione e sono state istituite commissioni senatoriali per favorire il confronto e la discussione. Il 100% delle proposte presentate è stato approvato negli organi, con un’altissima percentuale di unanimità.

Il rettore Nicola Leone ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento dei risultati e ha sottolineato l’importanza della collaborazione e della sinergia tra gli attori dell’Unical. Ha evidenziato che l’ateneo è orgoglioso dei risultati ottenuti e ha guardato con fiducia e determinazione al futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!