De Cicco contro Occhiuto: «Il peggior sindaco di Cosenza è come Nerone»

0
79
De Cicco contro Occhiuto: «Il peggior sindaco di Cosenza è come Nerone»
Il peggior sindaco che Cosenza abbia mai avuto oggi è un senatore della Repubblica sfacciato ed impertinente perché non solo non ammette gli “errori” (si fa per dire…) commessi nel periodo in cui ha amministrato Cosenza, che ci hanno portato ad allontanarci, dopo pochi anni, dalla sua maggioranza, quanto falsa la realtà dei fatti che parlano di un dissesto finanziario, di debiti fuori bilancio, di utilizzo di fondi vincolati, di mancata manutenzione delle strade e degli edifici pubblici, a cominciare dalle scuole, e di una forte carenza idrica dovuta al fatto che, addirittura, non si pagava manco Sorical e quant’altro.
Siamo al “Nerone” che grida al fuoco. Per inciso, quando Mario Occhiuto parla di eredità del passato già disastrata economicamente, dovrebbe pure spiegare perché, se questa era la situazione, ha speso a piene mani per feste e festine, facendo sborsare al Comune fior di quattrini per fuochi d’artificio e acrobazie cosiddette artistiche per l’inaugurazione del Ponte di Calatrava o per sedicenti consulenti d’immagine per le illuminazioni natalizie a palla.
Ovviamente si tratta di errori (SIC!)”. Lo afferma in una nota l’assessore Francesco De Cicco rispondendo a muso duro alle dichiarazioni rilasciate dall’ex sindaco Mario Occhiuto in una intervista ad un giornale locale che aggiunge: “Ma questa è un’altra storia che non abbiamo remore ad approfondire in altra occasione trattandosi di una storia deplorevole da cui ho preso subito le distanze, non partecipando più, negli ultimi tre anni della passata consiliatura, alle Giunte convocate da Mario Occhiuto,  che toglieva fondi destinati ai servizi essenziali della città ed alla manutenzione, con particolare riferimento alle periferie ed ai quartieri popolari, per destinarli ad iniziative fumose che non hanno messo sul piatto dei cittadini neanche un etto di arrosto.
Questo mi ha portato, successivamente, a candidarmi prendendo le distanze da Occhiuto e dalla sua maggioranza, scegliendo poi, al ballottaggio, la politica dell’onesta di Franz Caruso”.
“Il punto oggi, però, è che incredibilmente il senatore Mario Occhiuto, ha cristallizzato nella sua cattiva e maliziosa azione amministrativa di Cosenza una situazione economica e gestionale della cosa pubblica che ha distrutto la città, facendola ripiegare su se stessa e perdere di centralità e smalto. Ma siamo certi che si sia trattato di “errori”? Anche in questo caso, approfondiremo!”.
“Con quanto ardire, poi, l’ex sindaco di Cosenza Occhiuto – prosegue Francesco De Cicco – osa affermare di aver operato in favore della creazione della città unica, sbandierando l’approvazione di una delibera senza testa né coda, portata avanti nell’alveo di quel suo individualismo per il quale “Io sono io e gli altri, Cosenza ed i Cosentini, non sono nessuno”. Tant’è che in ragione del suo smisurato ego, ha sventrato Viale Parco, mandando all’aria la realizzazione della metropolitana leggera, per fare un solo esempio. Questa come tante altre cose oggi, il fratello governatore Occhiuto sta fissando come dati di fatto da quel della Cittadella, anche lui asservito all’Io sproporzionato di Mario.
A riprova di ciò ci sono gli audio di un comizio elettorale delle ultime amministrative di Cosenza che ha visto protagonisti i fratelli Occhiuto, nel corso del quale il governatore Roberto ha avuto l’ardire di affermare che se avesse vinto Franz Caruso la Regione non sarebbe stata accanto a Cosenza. E’ questo l’unico impegno elettorale assunto da Roberto Occhiuto che sta mantenendo, contro il quale però i cosentini sapranno reagire per com’è giusto reagire sapendo di poter contare su Franz Caruso e  su tutti noi che lavoriamo e portiamo avanti un’azione serie e concreta con un unico obiettivo: il bene di Cosenza e dei suoi cittadini!”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!