martedì, Novembre 28, 2023
HomeCronacaAstraZeneca e il silenzio dell'Asp spaventano più del virus

AstraZeneca e il silenzio dell’Asp spaventano più del virus

AstraZeneca e il silenzio dell’Asp spaventano più del virus.

COSENZA – Dall’attesa del vaccino, alla paura del vaccino. Tutto nel giro di poche ore. Sono da poco passate le 14:30, quando, con la violenza di un ciclone, s’abbatte su Cosenza e provincia la notizia che un lotto del vaccino AstraZeneca, pare faccia più danni del temutissimo virus letale. Immediatamente la campagna vaccinale, iniziata stamattina per il personale scolastico presso l’ospedale da campo di Vaglio lise viene interrotta. Bruscamente.

I 173 ‘premiati’ dalla sorte oggi, dalle 14:30 non si sentono più così sicuri. Come chi, soprattutto fra gli esponenti delle forze dell’ordine, vaccinato, sempre, con ‘l’incriminata’ AstraZeneca, comincia a sentirsi ‘tradito’ dallo Stato e dalle sue rassicurazioni sull’efficacia del vaccino.

“Ho fatto il vaccino con una fiala del lotto ritirato, ma nessuno dell’Asp mi ha contattato”

La replica di un appartenente alle forze di Polizia. “Io ho fatto il vaccino domenica mattina nel reparto di Ematologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza e, dopo aver avuto due giorni di malessere, febbre (solo un giorno) che non ha superato la temperatura di 37,8°, brividi e tremolio, sono rientrato al lavoro.  Dopo aver fatto il vaccino i medici del reparto di Ematologia hanno dato a me ed ai miei colleghi un numero telefonico da contattare in caso di reazione avversa” – racconta L. G., 47 anni, appartenente forze di polizia.

Poi la notizia del ritiro del lotto di vaccino AstraZeneca ABV2856, lo stesso che mi è stato inoculato. A parte la rabbia del momento mi sono subito attivato ed ho contattato il numero che mi avevano dato in ospedale, per avere maggiori informazioni ed anche rassicurazioni. Nessuno mi ha mai risposto, ed ho chiamato per ore. Così come nessuno mi ha contattato per essere sottoposto a farmacovigilanza. Tant’è che ho contattato il mio medico di famiglia il quale mi ha rassicurato molto”.

L’Aifa rassicura:ritiro lotto AstraZeneca a scopo precauzionale

L’Aifa, intanto, in queste ore ha diffuso una nota: il ritiro del lotto ABV2856 è stato solo per scopo precauzionale. Ad attivare i controlli immediati però due decessi avvenuti in Sicilia, pochi giorni fa: vittime due militari che avevano appena ricevuto la prima dose di AstraZeneca. Per uno di loro, l’autopsia avrebbe escluso oggi un nesso tra la morte e il siero, anche se attendono ulteriori riscontri.

Fa rabbia che nessuno si siano mosso prima per bloccare quel lotto visto che già da ieri c’erano dei dubbi su quella partita di vaccini. Dispiace ciò che è successo e ti fa arrabbiare: tu sei lì che vai a vaccinarti per evitare il Covid e poi ti trovi a convivere con la paura di una trombosi o di un infarto. Ma la cosa ancor più triste di questa vicenda è che dall’Asp continuano a dire che tutte le persone vaccinate con quel lotto sono state contattate. Non è vero, nessuno mi ha mai contattato e nessuno mai ha risposto al numero preposto”

ARTICOLI CORRELATI
- Pubblicità -
Pubblicita IlRegionale.it

Ultimi articoli

Ultimi COmmenti